il tempo dei sogni malvasia macerata

Il Tempo dei Sogni è il vino che abbiamo sognato a lungo, potente ed elegante, con una facilità di beva disarmante. Malvasia aromatica di Candia in purezza con lunga macerazione sulle bucce.

 
In Francia chiamerebbero la vigna da cui provengono le uve di questa bottiglia “Grand Cru”. Noi la chiamiamo semplicemente “Vigna del Panettiere” in quanto situata appena dietro il forno di un panificatore.
 
Terra molto povera, una spanna di limo argilloso su un substrato di pietre di fiume, fondovalle a 200 metri di altitudine, situata a fianco di un torrentino che fa si che l’aria fresca dell’alta collina generi una grande escursione termica tra giorno e notte.
Vigna cinquantenne impiantata nel 1973, Malvasia Aromatica di Candia su portainnesto DuLot. Per la conformazione del terreno la definiamo una vigna “bastarda” o “stronza”, una vigna che soffre molto la siccità e quando non piove (nei momenti giusti) la maturazione dell’uva si blocca e addio vendemmia. Se invece tutto va per il verso giusto da uve eccezionali, già all’assaggio del frutto maturo si coglie la leggerezza e la finezza.
 
Il Tempo dei Sogni“, si è il vino che abbiamo sognato a lungo, potente ed elegante, con una facilità di beva disarmante. Macerato per 60 giorni in tino di vetroresina, con follature giornaliere.
Acidità ben presente ma perfettamente integrata, aromaticità decisa ma non fastidiosa, da bere ora o tra ventanni, da solo o accompagnato da piatti con aromi decisi.
Può accompagnare bene una pasta al pesto, pesci importanti al sale o al cartoccio, crostacei spadellati e sfumati con lo stesso vino, a formaggi decisi di media o lunga stagionatura, ma anche con un pollo vero allo spiedo o un coniglio fritto. Insomma sta bene con un sacco di cose, mettetelo in tavola con quello che più vi garba, è un vino che accontenterà gli appasionati ma verrà decisamente appezzato da normali bevitori.
 
Poche bottiglie 1200 circa.
Il tempo dei sogni - Vino bianco macerato (orange wine) di Filarole

Tutta l’intensità della Malvasia piacentina cresciuta su piante di 50 anni

“Dicono che c’è un tempo per seminare
E uno più lungo per aspettare
Io dico che c’era un tempo sognato
Che bisognava sognare”

Ivano Fossati

Abbiamo aspettato a lungo prima di mettere in bottiglia il nostro sogno: un vino bianco di sola Malvasia di Candia aromatica con lunga macerazione sulle bucce. Un vino intenso e complesso, ricco di sfumature aromatiche, leggermente tannico, salino.

Da sorseggiare in relax o da abbinare a piatti dal sapore deciso.

Consigli di servizio

Abbinamenti: Si accompagna bene a primi saporiti senza pomodoro, come carbonara e risotto allo zafferano; crostacei e pesci importanti al forno, arrosti di carni bianche e carni bianche speziate come pollo al curry, coniglio all’orientale e alla cucina orientale in genere. Ottimo con formaggi stagionati anche a pasta molle, preferibilmente non erborinati e come vino da meditazione.

Servizio: Si consiglia di servire il vino a 15°, versare adagio può contenere un leggero residuo.

La Malvasia aromatica di Candia

Esistono in Italia 17 varietà di uve che portano il nome di Malvasia. La Malvasia aromatica di Candia si è diffusa principalmente in provincia di Piacenza e noi la consideriamo la regina dei vitigni piacentini. Un’uva straordinaria, non solo per la sua decisa aromaticità, ma anche per la ricchezza di sostanze presenti nella sua buccia spessa e dorata.

Nel tempo sono stati privilegiati cloni molto produttivi, ma nelle vecchie vigne sono ancora presenti le vecchie varietà dal grappolo medio-piccolo e spargolo, piante dalla produzione più limitata ma capaci di portare a maturazione uve di grande intensità.

Le uve di questo vino provengono da una vigna di 50 anni in comune di Alta Val Tidone a circa 150 metri s.l.m in posizione riparata e fresca.