Alla ricerca della prima vigna

vigna-gabbiano-2017-estate2

Nell’estate 2016 abbiamo cominciato a pensare di prendere la nostra prima vigna, così abbiamo cominciato a percorrere le stradine di collina attorno a Pianello Val Tidone guardandoci attorno e a parlare con le persone del posto, ma come doveva essere la vigna? Sicuramente doveva essere una vigna vecchia e sicuramente doveva poter essere condotta con metodi naturali.

La Val Tidone è storicamente uno dei due territori piacentini a maggiore vocazione viticola, l’altro è la Val d’Arda. Qui la produzione di uva sia da tavola che da vino era il lavoro di tantissimi contadini e fino all’arrivo degli agrofarmaci la scelta delle piante e della posizione erano determinanti per essere abbastanza sicuri di poter raccogliere uva. Quindi l’ideale sarebbe stato trovare vigne impiantate prima degli anni Settanta o per lo meno ancora con quella mentalità. Non facile…

Abbiamo visto molti vigneti anche molto belli e di qualcuno abbiamo poi saputo che è stato espiantato per portare le quote fuori regione, moda orrenda di questi ultimi tempi. Ma solo quando abbiamo visto la vigna di Gabbiano abbiamo capito che faceva al caso nostro! Piccola, vecchia, isolata e circodata da boschi.